Per assistenza ed informazioni199 24 05 85
Il numero whatsapp è attivo dal Lun al Ven 8-13 e 14-17 Lun - Ven 8-13 e 14-17Seguici su:

Escavatori: a che servono e come funzionano

Escavatori: a che servono e come funzionano 3 Novembre 2017

Che cosa sono gli scavatori e a cosa servono? Officine Giuliano li offre in noleggio per il tuo cantiere edile. Vediamo da vicino come funzionano

Le operazioni di movimento di terra, ossia della rimozione di porzione di terreno finalizzata allo scavo, carico, trasporto, spargimento e compattamento di terra, richiedono l’aiuto degli escavatori. Macchine edili davvero fondamentali in un cantiere per la costruzione di un’opera, regolarizzate dalla UNI EN ISO 6165:2006.

Queste operazioni di scavo hanno diverse finalità e possono essere fatte in ambito minerario o civile, per scavare fondazioni, trincee di grandi dimensioni per strade o binari ferroviari, tubazioni o impianti elettrici.

Gli escavatori servono, quindi, a scavare, caricare e scaricare terra o materiali grazie ad una benna, ma è una macchina edile molto versatile tanto da essere impiegata anche per altri lavori, sostituendo l’utensile da montare sul braccio.

Officine Giuliano offre in noleggio i migliori escavatori presenti sul mercato. Vediamo insieme come funzionano.

Come sono fatti gli escavatori

Gli escavatori sono formati da un corpo basso, chiamato carro, e da uno alto, chiamato torretta. Quest’ultima è capace di ruotare di 360° e supporta il braccio escavatore mentre il carro rimane fermo al suo posto.

Il carro è composto dagli organi per il movimento della macchina semovente, mentre la torretta supporta il braccio e il suo motore, la postazione di comando e guida e il braccio escavatore articolato o telescopico.

Le modalità di spostamento di un escavatore dipende dal telaio sul quale è montato. Questo può essere:

  • Gommato: possiede ruote con pneumatici. Si usa questo tipo di telaio quando c’è bisogno che l’escavatore si muova con più facilità e velocità, ma è adatto solo se il carico non è troppo pesante. Solitamente viene scelto quando il luogo di carico sia molto distante da quello di scarico.
  • Cingolato: quando, invece, serve contenere u carico più pesante e l’escavatore deve conseguentemente fare più sforzo, allora si scelgono i cingolati, mettendo in secondo piano la velocità di movimento.
  • Su pattini: quando la capacità di carico e penetrazione nel terreno è molto elevata e la necessità di spostare la macchina è minima, si scelgono strutture metalliche orizzontali impiantate nel terreno che si muovono tramite pistoni idraulici.

I fattori di rischio nel lavorare con gli escavatori

Sono tanti i rischi nell’usare un escavatore. Vediamo quali:

Ribaltamento: l’escavatore potrebbe ribaltarsi durante l’uso a causa del cedimento del terreno su cui poggia o il cattivo posizionamento e le manovre errate durante gli scavi. Per evitarlo bisogna sempre rispettare una distanza di sicurezza dal ciglio dello scavo, mettere sempre la cintura di sicurezza e procedere per fasi per essere sicuri della stabilità del terreno sottostante.

Caduta del materiale dall’alto: può accadere a causa di cedimenti di alcune parti dell’edificio in demolizione, scorretto sollevamento dei materiali. Per evitare tali situazioni di pericolo per il manovratore e per chiunque si trovi nell’area di lavoro è importante mantenere le distanze di sicurezza dall’edificio e da strutture fisse dove il braccio può urtare e l’utilizzo di accessori di sollevamento adeguati.

Scivolamenti: può succedere quando si sale e si scende dalla macchina. Il manovratore deve sempre usare le apposite maniglie e i gradini per evitare di scivolare.

Urti e colpi: possono essere soggetti a questi rischi coloro che lavorano a terra, soprattutto in situazioni in cui c’è poco spazio. Per evitarli è importante stare lontani dal campo di azione della macchina e un’opportuna segnaletica di inizio lavori. Il manovratore deve avere sempre una buona visibilità.

Rischio elettrico: bisogna stare molto attenti che il braccio non si avvicini troppo alle linee elettriche aeree non protette e a quelle interrate. Bisogna verificarne la presenza prima di cominciare i lavori.

Gas di scarico: il gas di scarico delle macchine in funzione può essere inalato dai lavoratori anche se le operazioni avvengono all’aperto. È molto importante che il motore sia in buone condizioni. Se i lavori sono al chiuso bisogna areare artificialmente e usare mascherine di sicurezza.

Rischio rumore: anche in questo caso dipende tutto dalla manutenzione dell’escavatore e dal corretto fissaggio di tutte le parti. Se necessario, i lavoratori devono indossare i dispositivi di protezione per l’udito.

Officine Giuliano offre in noleggio i migliori macchinari per cantieri edili. Per ulteriori informazioni, o per usufruire del servizio di noleggio e assistenza, non esitare a compilare il nostro form contatti.