Per assistenza ed informazioni199 24 05 85
Seguici su:

Patenti per macchine edili: quali servono

Patenti per macchine edili: quali servono 31 Gennaio 2019

Le patenti non sono tutte uguali e per guidare alcuni macchinari edili usati nei cantieri c’è bisogno di patentini specifici. Vediamo quali

Chiunque voglia utilizzare un’attrezzatura di lavoro comprese nell’accordo Stato-Regioni del 12 marzo 2012, ha l’obbligo di conseguire un patentino. Quali sono i macchinari che ne richiedono l’obbligo e chi deve conseguire l’abilitazione?

Chi deve conseguire il patentino?

L’Accordo tra Stato e Regioni è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12 marzo 2012, ed è entrato in vigore l’anno dopo. Quest’ultimo prevede che gli utilizzatori di mezzi meccanici abbiano una specifica abilitazione, il cosiddetto patentino.
L’obbligo è esteso ai datori di lavoro che guidano macchine agricole, di proprietà o a noleggio, i lavoratori del settore agricolo e edile in generale, quindi i lavoratori autonomi, i lavoratori dipendenti, e ai componenti di un’impresa familiare.
Un discorso diverso va fatto per gli hobbisti, ovvero coloro che si dilettano alla lavorazione del terreno nel tempo libero senza ricavarne profitti, che non hanno alcun obbligo di conseguire un patentino.

Per quali macchinari da cantiere c’è bisogno dell’abilitazione

I macchinari di lavoro che richiedono una specifica abilitazione dei lavoratori sono:

  • Piattaforme di Lavoro Elevabili – PLE
  • Gru su autocarro
  • Gru a torre
  • Gru mobili
  • Gru mobili-braccio telescopico
  • Carrelli semoventi con conducente a bordo, a braccio telescopico
  • Trattori agricoli
  • Macchine per movimento terra
  • Pompe per calcestruzzo

Per quanto riguarda le macchine per movimento terra è necessario aver compiuto 18 anni e conseguire la patente B, ma solo se si usano in aree private e chiuse al traffico. Inoltre, se la macchina supera i due assi, la larghezza di 2.55 metri, un’altezza di 4 metri e un peso di 18 tonnellate è necessaria la patente C.

Le categorie di patenti

Una circolare del 22 febbraio 2013 n. 4857 fa chiarezza sulle categorie di patente che servono a utilizzate macchinari agricoli (mieti trebbie, trince, raccoglitrici, irroratrici semoventi) e macchine operatrici (escavatori, pale, carrelli elevatori, autogru, finitrici).

La patente A1

La patente A1 si consegue già dai 16 anni di età è consente di guidare macchine agricole e operatrici su strada che non superino i 160 cm di larghezza, i 4 metri di larghezza, i 2 metri e mezzo di altezza, una massa di 2 tonnellate e mezzo e una velocità di 40 km/h.

La patente B

La patente B si consegue a 18 anni e abilita alla guida delle macchine agricole di qualsiasi dimensione e tipo e di macchine operatrici di dimensioni e peso regolari, ossia minori o uguali a una larghezza di 2.55 metri, un’altezza di 4 metri e un peso di 18 tonnellate.

La patente C

La patente C si consegue a 21 anni ed è obbligatoria solo per l’uso di macchine operatrici industriali eccezionali, stradali o di cantiere e che superano i limiti di 2,55 metri di larghezza, 12 metri di lunghezza, 4 metri di altezza, 18 tonnellate per le macchine operatrici semoventi a due assi e 25 tonnellate per le macchine semoventi a tre o più assi.